Architetture tra le nuvole: il plugin CLOUD GENERATOR per Blender

Tutorial_nuvole_blender_cover

Non sempre si possono utilizzare immagini come background per i nostri render, soprattutto quando il rendering è un’animazione in cui la camera ruota e si sposta.

In questo caso è necessario far sì che il cielo abbia un minimo di realismo ed è proprio qui che ci viene incontro l’addon di Blender CLOUD GENERATOR, che permette in pochi semplici passi di creare delle nuvole realistiche tridimensionali nella nostra scena.

cloud generator

L’addon è già presente in Blender, ma va attivato attraverso la relativa voce nelle USER PREFERENCES.
Una volta entrati nel pannello delle USER PREFERENCES si accede alla sezione ADDON e attraverso la chiave di ricerca in alto a sinistra si scrive CLOUD.
Comparirà a destra il nostro addon che va attivato spuntando l’icona sulla destra.

cloud generator

Una volta attivato (ricordiamoci che essendo una impostazione di sistema se vogliamo che sia sempre attiva ogni volta che apriamo Blender va salvata questa configurazione con File/Save startup file) possiamo tornare nella finestra del 3D ed iniziare a creare una serie di semplici cubi di dimensioni e proporzioni diverse, incastrandoli a piacere tra loro.

cloud generator

Quando riterremo sufficiente il numero di volumi messi li selezioniamo tutti assieme (SHIFT+MOUSE DX) e nel pannello di sinistra (se non presente lo apriamo premendo in tasto T) andiamo a cercare il tab CREATE, all’interno di questo, al fondo, avremo la sezione CLOUD e il pulsante GENERATE.
L’addon crea un insieme di nuvole gestite globalmente da un solido virtuale creato apposta che si chiama CLOUDBOUNDS e che è anche l’oggetto che ospita il materiale che definisce le nuvole. Nel caso volessimo annullare le nostre nuvole dobbiamo selezionare l’oggetto CLOUDBOUNDS e nel pannello del CLOUD GENERATOR cliccare sui DEGENERATE, le nuvole spariranno e i nostri cubi ritorneranno ad essere semplici geometrie.

cloud generator

Come potete notare abbiamo anche la possibilità di creare diversi tipi di nuvole: cumulus, cirrus, stratus e un’opzione explosion che permette di creare una nuvola infuocata, più utile per gli effetti speciali che per l’architettura.

cloud generator

A questo punto per visualizzare le nostre nuvole mettiamo la telecamera in una posizione che ci consenta di vederle da un punto di vista utile, ad esempio da terra. Teniamo presente che le nuvole richiedono molta potenza di calcolo, e la loro dimensione sullo schermo incide molto sui tempi di rendering.

cloud generator

Creiamo ora una luce adatta, convertiamo la luce di default in SUN e spuntiamo le opzioni SKY e ATMOSPHERE.

cloud generator

Andiamo infine nella sezione delle caratteristiche del mondo (WORLD) e attiviamo l’ENVIRONMENT LIGHTING, lasciando i valori di default 1 per la potenza e WHITE come colore della luce.

cloud generator

Siamo pronti per il rendering, premiamo RENDER e aspettiamo il risultato.
Consigliamo infine di sperimentare con varie composizioni di solidi e con le varie tipologie di nuvole per vedere quali effetti ottenere, ricordiamoci sempre che i solidi sottostanti (terreno ed edifici) nei loro materiali, nella sezione SHADOW, dovranno avere attivo RECEIVE TRANSPARENT, altrimenti le nuvole faranno un’ombra solida piena data dall’ingombreo dei solidi originali.
Potete scaricare il file qui di seguito il file che porta alla generazione dell’immagine iniziale per verificarne i parametri e confrontarli con i vostri.

cloud generator

Qui sotto il link per scaricare il file sorgente del progetto. Buona sperimentazione!

Download