Le novità SketchUp 2018 e “che fine farà la versione gratuita?”

Sketchup0

Grandi cambiamenti in casa SketchUp! Pochi giorni fa infatti è stata rilasciata la versione 2018. All’interno si trovano alcuni miglioramenti e alcune scelte che consolidano la direzione già presa nella versione 2017 e che fanno oramai di SketchUp molto più che lo strumento innovativo che conosciamo.

La vera notizia però non si trova nei miglioramenti dell’upgrade ma nel cambio di prospettiva di Trimble, La casa produttrice di Sketchup! Le versioni di SketchUp, fino ad ora, si dividevano in 2 mondi: PRO, professionale e a pagamento, e il gratuito MAKE, praticamente la stessa versione del software ma con poche limitazioni. Da Novembre 2017 le versioni prenderanno strade diverse… vediamo quali.

Ma… Partiamo dalle novità del 2018

Diciamo che il vero cambiamento è stato fatto con SketchUp 2017, ma si sa, gli aggiornamenti consolidano e migliorano le novità. Perciò insieme a nuovi componenti di default, la possibilità di gruppare gli attributi in base ad uno di riferimento e l’arrivo (provvidenziale) dell’anti-aliasing per i sistemi MacOS, le migliorie si concentrano principalmente su tre macroaree già presenti nel 2017: sezioni, disegno e BIM

Sezioni

Migliora decisamente la resa grafica delle sezioni e fanno capolino le sezioni rapide con cui è possibile sezionare e eliminare le geometrie superflue ottenendo un risultato di grande qualità. Vengono poi integrate le sezioni di taglio, personalizzabili nel riempimento e le denominazioni relative alle sezioni, proprio come si fa già per i componenti.

Sktechup 2018

Disegni

L’arrivo del vettoriale porta grandi novità! Si disegna finalmente sui modelli 3D e senza alcuna difficoltà nel ridimensionamento perchè si disegna proprio in vettoriale.

E i .dwg, la terribile limitazione della versione Make? È stata migliorata la compatibilità con i disegni CAD e viene dato l’accesso alle librerie di file .dwg.

BIM

La vera e propria novità della versione ’17 però è stata il BIM, che ha aperto SketchUp le porte dei progetti  che mirano a finanziamenti e che si strutturano per l’interoperabilità. La versione 2018 porta con se attributi avanzati, la possibilità di creare report aggregati del progetto e il supporto al formato .ifc (non lo conoscete? Allora aggiornatevi subito leggendo i nostri articoli: qui e qui).

Ciao Ciao Make, arriva Free

Ma cosa succederà a SketchUp Make? La decisione di Trimble è decisamente quella di differenziare il software ad uso professionale dal prodotto gratuito. La casa ovviamente non intende perdere il marchio di fabbrica di SketchUp: comandi semplici, modellazione di alto livello per tutti, ma da Ottobre 2017 non rilascerà più aggiornamenti per la versione Make (che rimane comunque disponibile) e si sposterà su Sketchup Free, rilasciato precedentemente in versione beta con il nome di My SketchUp.

Quali sono le caratteristiche di SketchUp Free?

  • L’applicazione si trova e si utilizza esclusivamente sul web browser (non si installa più, lo si usa sul web: app.SketchUp.com),
  • è versionless (per chi si sta chiedendo versionche??!: non esistono aggiornamenti da fare, l’applicativo è su web e perciò già nello stato di aggiornamento completo),
  • comunica perfettamente con l’archivio Trimble [leggete qui se volete scoprire come funziona] permettendo il download e il salvataggio dei componenti (dalle finestre ai complementi d’arredo),
  • garantisce la stessa qualità (stesso motore di modellazione) e la stessa semplicità (stessa logica e stessi comandi) di Sketchup.

In sostanza la versione Free continua a dare al grande pubblico l’opportunità di modellare lasciando però le funzionalità utili solo nel software professionale alla versione PRO.

SketchUp cresce!

scopri i nostri corsi di Sketchup completo, base e intermedio. La prima lezione è gratuita!

Trovate le novità in versione inglese sul sito ufficiale: qui e qui

Monica Rubinetti