V-Ray 3 per Sketchup – le novità fino alla versione 3.6

corso_vray

Tra Febbraio e Marzo 2017 Chaos Group ha rilasciato la nuova e completamente rivista versione del nostro tanto amato motore di rendering V-Ray! In quell’occasione vi avevamo parlato dei cambiamenti e delle novità, ma, si sa, le versioni dei software viaggiano veloci e ad oggi V-Ray 3 per Sketchup è distribuito in versione 3.6.

Cosa cambia dal vecchio V-Ray alla nuova versione

La versione 3.0 segna un punto di svolta, non si tratta infatti solo di una nuova versione ma di un cambio radicale che prosegue ora nei vari aggiornamenti.

I cambiamenti sono:

  • Nuova interfaccia utente e Asset editor
  • Interactive rendering e potenziato  il batch render
  • Novità nelle luci: sphere light e mesh light
  • Mesh clipper, permette di produrre render di sezioni
  • Libreria materiali incorporata 
  • V-Ray Swarm 
  • Funzionalità di realtà virtuale,
  • V-Ray Clipper,
  • Aerial perspective,
  • Denoiser
  • Grass & fur
  • Lock camera orientation

Vediamone alcune nel dettaglio.

UI e Asset editor

L’interfaccia utente è stata migliorata, l’esperienza di utilizzo diventa notevolmente più semplice, con alcune semplificazioni nella barra degli strumenti, e il workflow guadagna in velocità.

La nuova interfaccia, inoltre, presenta una toolbar più estesa e unica che va dai vari strumenti luci (ampliati), ai materiali, fino al frame buffer, strumento che permette di visualizzare il render alla risoluzione di 32-bit (è moltissimo se si pensa che una fotocamera professionale lavora in genere a 16-bit) ma anche di attivare alcune opzioni interessanti come la storia.

Interactive rendering e batch render

l’interactive rendering in realtà era già presente nelle vecchie versioni, va comunque citato per i notevoli miglioramenti che sono stati fatti.

Il batch render invece? Questa è una novità! Il batch render permette di mandare in coda di renderizzazione più scene, voi impostate le scene e V-Ray lavorerà tutta la notte senza disturbarvi.

Editor dei materiali

La libreria materiali è stata ampliata! Ora sono disponibili 200 diversi materiali, trascinabili attraverso il classico drag & drop, sul modello.

V-Ray Swarm

Cos’è? Questa funzionalità è in realtà un’evoluzione del render distribuito. Il V-Ray Swarm permette di utilizzare a pieno la CPU del computer velocizzando e ottimizzando il rendering, tutto il processo è controllabile attraverso un’interfaccia.

vray 3

Grass & Fur

È possibile impostare gli oggetti con materiali come FUR. La differenza sarà palese nel rendering, gli elementi sui quali è stata attivata questa impostazione diventeranno la base per erba e/o tappeti e presenteranno un’ampia gamma di modificatori specifici. Una funzionalità che sicuramente è in grado di rendere maggiormente realistiche e riconoscibili le superfici che presentano fili d’erba o di tessuto.
vray 3.0

E gli ultimi aggiornamenti?

E poi, dopo la rivoluzione 3.0, seguono le versioni dalla 3.4 alla 3.6. Queste sono le loro novità:

  • Hybrid render, per la prima volta insieme CPU+GPU
  • Adaptive light
  • Temperatura colore delle luci personalizzabile
  • Nebbia 3D
  • Importazione file .vrscene
  • Editor dei percorsi file
  • VRscans – plug in per scannerizzare i materiali 3D

Sketchup si, ma non solo!

Iniziamo sottolineando che l’evoluzione non è avvenuta solo per Sketchup, le nuove versioni di V-ray sono disponibili per tutti i software che utilizzano V-Ray come motore di rendering: 3DS Max, Sketchup, Maya, Rhino, Nuke, Cinema 4D, Modo, Katana e Blender.

 

Trovate tutti gli aggiornamenti sul sito Chaos Group

Trovate tutto sulla nuova versione di V-Ray nel nostro corso online V-Ray completo Guarda gratuitamente la prima lezione qui

Non ci sono ancora commenti