E-learning e innovazione – #Vistadaqui

Beautiful young woman lying on white carpet using laptop in modern cozy living room interior, studying and relaxing at home with books, cookies and cup of tea. Top view

Anche oggi mettiamo da parte i software e i tutorial, ma questa volta per parlare d’innovazione ed educazione.

In occasione della conferenza per l’anteprima di #Vistadaqui, evento della Compagnia di San Paolo che scopre all’innovazione torinese, Francesco Allasina, co-founder della nostra scuola, ha potuto parlare dell’esperienza di Sin Tesi Forma e di educazione nell’era del digitale. L’innovazione infatti si fa anche, e soprattutto, attraverso la scuola. Perché allora non innovare proprio i centri dell’educazione?

L’innovazione, almeno nel nostro caso, si è concretizzata abbattendo i muri dell’aula in cui si svolgevano i corsi professionali, portandoli dal centro di Torino a tutta Italia, tutto ciò semplicemente spostando le lezioni sul web. Semplicemente si fa per dire, perché rimodellare gli spazi fisici significa ripensare anche al contenuto, in pratica costruire lezioni pensate appositamente per la fruizione sul web.

rimodellare gli spazi fisici significa ripensare anche al contenuto

photoshop 3d

foto dell’evento

Qual è l’impatto dell’innovazione nel campo dell’informazione sul territorio?

Questa è una delle domande poste a Francesco durante la conferenza. L’impatto territoriale è sicuramente importante proprio perché il cambiamento è fatto in primo luogo sugli spazi fisici. La scuola online non è più uno spazio che costringe allo spostamento, di conseguenza l’apprendimento diventa un processo senza confini. I luoghi dell’apprendimento diventano luoghi privilegiati che permettono allo studente, al professionista e all’appassionato di formarsi in parallelo alle proprie attività, di non caricarsi dei costi di spostamento e, soprattutto, di scegliere su cosa formarsi e con chi liberamente.

I luoghi dell’apprendimento diventano luoghi privilegiati

photoshop 3d

foto dell’evento

Le scuole del futuro non hanno aule.

Vogliamo ringraziare, oltre all’organizzazione dell’evento, anche chi ha avuto modo di parlare insieme a noi (Jojob, Neuron Guard) per approfondire il cambiamento e l’innovazione in molti altri aspetti.

Monica Rubinetti

Non sono presenti commenti

Lascia un commento